venerdì 28 febbraio 2014

Mentre si viaggia

Mentre viaggia è un'altra, non quella che è sempre stata, non quella che aspettano e si aspettano all'arrivo: è sospesa.
Beatrice Masini, Tentativi di botanica degli affetti

C'è questo strano incanto nel viaggio: ti cambia, ed è una cosa che non dipende dalla destinazione, ma dal modo di viaggiare. E ora sono qui, ancora su un treno e davanti a me c'è la persona con cui ho visto mille luoghi. Siamo stati ovunque. A Valencia abbiamo corso in riva al mare d'inverno; a Parigi abbiamo bevuto vino rosso da un biberon; a Mantova ci siamo ubriacati di sole; a Praga abbiamo sentito una signora parlare per ore, in pessimo inglese, del golem; in Terra Santa abbiamo capito che la lingua che accomuna tutti i popoli è il silenzio. Ogni viaggio ci ha cambiato un po' e non è stata la città a cambiarci, ma quel momento in cui eravamo partiti senza essere ancora arrivati, quel momento in cui tutto ciò che avremmo potuto diventare era solo in potenza, in attesa, in viaggio.