mercoledì 26 febbraio 2014

L'ispirazione è un fiocco di neve

È diversa per ogni scrittore.
C'è chi la deve corteggiare a lungo, ma lei si presenta solo quando vuole.
C'è chi la afferra per i capelli e la costringe a restare ancora un po'.
C'è chi lascia che appaia quando vuole lei, secondo il suo capriccio, e si stupisce ogni volta di vederla così bella e fresca.
Perché è capricciosa.
L'ispirazione.

Chi mi conosce sa che appartengo all'ultima categoria di scrittori: l'ispirazione, o possiamo chiamarla anche idea, arriva per caso, mentre cammino, mentre sono su uno dei tanti treni che prendo ogni settimana. Come adesso. Sul treno di ritorno da Milano, e dalla laurea di un mio caro amico, eccola qua. L'idea che non mi aspettavo.

Questo è uno dei momenti della scrittura che preferisco: quando non c'è ancora un romanzo delineato in ogni sua parte, con i nodi dell'intreccio sciolti e i personaggi che vivono di vita piena nella mia testa. Questo è il momento in cui ho chiaro solo il punto centrale, l'ombelico della storia. Tutto il resto verrà pian piano.
Presto i personaggi prenderanno forma e si staccheranno da me e faranno vivere la storia. Le idee arriveranno, una dopo l'altra, come una nevicata di pensieri, lampi di luce inattesa.

Ma questo è il momento in cui mi godo ciò che sarà.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...