sabato 19 ottobre 2013

Red Carpet Blog Tour - Estratti dal libro

Ed eccovi alla quinta tappa di questo tour.
Se ne avete persa qualcuna, potrete trovare il calendario completo qui.


Red Carpet è un romanzo che mi ha colpito per la trama ben congegnata, per l'ambientazione interessante e per lo stile ironico e mai banale.
Ma soprattutto, questo libro mi ha colpito per la complessità dei tre personaggi principali.
Vi va di scoprirli insieme?

Di seguito posterò una o due citazioni tratte dal libro per farvi conoscere meglio Lise, Ryan e Adam. ;)

ELIZABETH "Lise" SCOTT

Dolce, un po' sbadata, cronicamente complessata? No. Elizabeth Scott non è la solita ragazzina da paranormal: è una donna, ed è una donna super in carriera. Schietta e cinica al punto da risultare irritante (ma non se ne cura), Elizabeth, detta Lise, è al tempo stesso femminile e provocante. Non per niente è riuscita a diventare l'avvocato di uno dei vampiri più antichi degli Stati Uniti!
Determinata e con le idee chiare, con il suo lavoro vende l'immortalità. E sa che essere immortali ha un prezzo che lei non vorrebbe mai pagare.

Garantiamo una vita eterna piena zeppa di compromessi, un’immortalità che si interrompe se certi espedienti non sono rispettati. Tutta la responsabilità, ça va sans dire, è del cliente. Noi diamo loro le ali, ma il paracadute non è compreso nel prezzo.

Diventare vampiro non è solo un costoso espediente per vivere un’eternità fittizia e una giovinezza perpetua, ma anche un ottimo modo per scappare per sempre. La vita è una sola e spesso fa davvero schifo, ma la morte può essere davvero peggio se non è addomesticata a dovere.

RYAN J. COSTANT


Ryan, il capo di Lise, è un vampiro dai modi freddi e distaccati. Anche se dai suoi gesti e dalle sue parole traspare un atteggiamento protettivo e paterno nei confronti di Elizabeth, non si sa mai che cosa stia pensando veramente. La sua figura è intrigante, perché è indecifrabile.
Come sapete, i vampiri, in Red Carpet, non si nascondono in polverosi castelli, ma vivono ben integrati nella società (anzi, spesso ricoprono ruoli di prestigio). Questo, tuttavia, non li rende meno misteriosi, e il loro fascino appare da piccoli dettagli disseminati come perle oscure lungo il corso del romanzo.
Scelse la poltrona reclinabile in ultima fila, quella più in disparte ed isolata. «Parlate a bassa voce. Sono quasi le sei, vorrei dormire».
Volente o nolente, il giorno per i vampiri è fatto per dormire. Dal momento che la maggior parte delle loro attività avvie-ne inevitabilmente dopo il tramonto, mattino e pomeriggio rimangono i momenti della giornata durante i quali sono naturalmente predisposti a riposare. Non è una regola generale, è solo più comodo così. E non cadono automaticamente in un sonno profondo appena sorge il sole: si rilassano, si addormentano e sì, sognano. Cosa però non è dato sapere. Loro non lo raccontano.

ADAM REESE


















In ogni libro ci vuole un cattivo seducente in modo sottile e affascinante in modo pericoloso.
E Adam soddisfa alla perfezione i requisiti: bello, sguardo magnetico, un passato a dir poco problematico e un senso morale tutto suo. Come resistergli?

Era un essere bellissimo e gelido non tanto per il suo essere vampiro ma per il perenne rancore che accompagnava ogni suo atto. Si mostrava a me non tanto come la statua in marmo di un dio: meravigliosa da contemplare, affascinante nella sua perfezione, bramata dal primo sguardo ma così priva di umanità da non desiderare davvero di toccarla.
Quando inizi a immaginare il corpo di qualcuno sotto i suoi vestiti, con cui magari non vai neanche tanto d’accordo e quello che vedi nella tua testa ti piace, allora è proprio la volta buona di mettere la faccia sotto l’acqua fredda e accendere la tv su Disney Channel. L’alternativa non deve esserci. Accettare quei pensieri è il primo passo verso il fondo, esattamente dove stavo andando io e pure di corsa.
Adam aveva un bel corpo proporzionato ed era alto, anche se non quanto Ryan. Perfino seduto sul divano riusciva a essere fascinosamente sfacciato, tanto da far venir voglia di prenderlo a schiaffi prima di baciarlo.

Sperando che Lise, Ryan e Adam vi abbiano catturato come hanno catturato me, vi do appuntamento con la prossima tappa del blog tour: Mercoledì 23 ottobre dalla nostra Lara di Stelle dell'Iperuranio.