domenica 6 ottobre 2013

Di me diranno che ho ucciso un angelo #6 Recensione di Mr Ink: Diario di una dipendenza

Come avrete notato, la leggiadra Arwen qui sopra si è trasformata in una figura ben più battagliera: si tratta dell'immagine-simbolo del Lucca Comics & Games di quest'anno, a cui parteciperò per la prima volta come ospite.

Se volete saperne di più, vi lascio il programma della fiera e l'evento su facebook per chi fosse interessato e, in attesa del 31 ottobre, torno con la rubrica dove, come sapete, vi segnalo di volta in volta le recensioni che il mio romanzo ha ricevuto, postando qui poche frasi significative, e rimandando ai rispettivi blog o siti per la recensione completa.

Oggi ringrazio Mik
di Mr Ink: Diario di una dipendenza

                                          La recensione

«Gisella Laterza firma un esordio incantevole e complesso. Una versione italiana di Il piccolo Principe, che, tuttavia, parla un linguaggio universale che ogni cuore riesce a comprendere. Una storia spirituale e fiabesca, che sa di filosofia antica, infanzia ed età adulta. Che - vellutata, tenue, dolce - suona come l'amore spiegato da un bambino a un essere senza peccato. Inizialmente, ingannato dal meraviglioso e indimenticabile titolo, pensavo si trattasse di una raccolta di aforismi; di un volume di poesie. Poi, letta la trama, ho pensato subito a un urban fantasy. Una volta strettolo tra le mani e contemplato a lungo quella copertina gotica e magica, ho compreso subito che la verità, per una volta, era esattamente al centro delle due cose: tra l'urban fantasy e la poesia c'è la favola, ed è lì che Aurora e il suo angelo inquieto e romantico vivono sospesi su un cielo di carta. In mezzo alla vita. Tra gli uomini e le donne – ... tante storie da raccontare - di Paola Calvetti, Sara Rattaro, Dorotea De Spirito e del Donato Carrisi di La donna dei fiori di carta.
Con il tempo che scarseggia sempre di più, in questo periodo, l'ho letto quasi sempre la sera tardi. Non nascondo che il sonno mi è sembrato più dolce, in sua compagnia. La prosa di Gisella culla, accarezza, abbraccia. E finché l'umanità avrà bisogno di un abbraccio, be', questo sarà il libro perfetto. Uno di quelli da salvare in caso di incendio.»

Mr Ink

Per la recensione completa, cliccate sul banner sottostante.

I libri ci salvano