domenica 30 novembre 2014

Quando viene dicembre...


Questa dolce melodia è il ricordo di sempre:
tu con me, amor mio, quando viene dicembre.
(dal film d'animazione Anastasia)

Tra i miei più oscuri e tenebrosi segreti (oltre al fatto che mangio la Nutella a cucchiaiate direttamente dal barattolo) ce n'è uno terribile: ho l'iPod pieno di canzoni tratte dai miei film d'animazione preferiti.
E quando io e mia sorella ci prepariamo per uscire la sera, di solito le ascoltiamo.
E le cantiamo.
A squarciagola.

Ho iniziato il post con questo incantevole quadretto domestico per dirvi che mi è capitato di sentire una canzone proprio nel momento giusto. Quando sono partite le note delicatissime della colonna sonora di Anastasia, ho pensato che quest'anno il dicembre che arriva sarà un po' il ricordo di sempre (Natale con la famiglia, Capodanno con i soliti amici e con il mio Pirata), ma sarà anche diverso rispetto agli anni passati.

Dicembre è un mese strano, a metà tra ciò che è passato e ciò che sarà. L'anno prossimo, come sapete, sarà per me una sfida continua, tra l'Erasmus e la laurea specialistica, tra stage e nuovi progetti di scrittura di cui spero di potervi parlare presto.

Mentre guardo il futuro, a volte mi viene voglia di accarezzare il passato. Così ho ideato una piccola iniziativa che riguarda il mio romanzo d'esordio, Di me diranno che ho ucciso un angelo: una serie di post adatti a chi conosce e a chi non conosce ancora il romanzo. Dalla settimana prossima, infatti, troverete una rubrica in cui approfondirò (senza spoiler!) i personaggi principali con citazioni, curiosità e... con gli attori che potrebbero prestar loro i volti.

Insomma, quando viene dicembre, si può incontrare un angelo.